Andando a nascondere gli annunci con AdBlock, o altri programmi simili, è come precluderci la possibilità di avere nuovi contenuti, dettagliati, interessanti, aggiornati e sempre consultabili. Tanti siti propongono i loro contenuti a pagamento per ovviare al fatto che la gente utilizzando metodi per nascondere gli annunci, impediscono la sostenibilità del tempo investito.

Io preferisco visualizzare degli annunci (talvolta pure utili ed interessanti perchè ritagliati sulle nostre esigenze, se parliamo degli annunci AdSense di Google), piuttosto che pagare un tanto a pagina visualizzata o un abbonamento mensile.

Vero è, che alcuni siti sono invasi da pubblicità e son fastidiosi da consultare. La prima idea è quella di utilizzare applicazioni che nascondano gli annunci e ci permettano di visitare questi siti in modo più agevole, ma cosa succede così facendo: non avendo ingressi, i siti intensificano gli annunci rendendo impossibile la navigazione senza Ad Blocker e i siti che fanno un utilizzo corretto degli annunci vengono penalizzati.

L’ideale sarebbe quindi chiudere il sito che utilizza annunci invasivi ed optare per altri che ne fanno un uso bilanciato, non fastidioso.

In pratica con gli Ad Blocker, si interrompe un meccanismo di “selezione naturale” che porta a favorire siti ben concepiti, con pubblicità non invasive, a favore di altri siti con contenuti seppur interessanti, ma posti in modo da infastidire l’utente con annunci ovunque.

 La giusta soluzione non esiste, suppongo che ognuno poi valuti da se, io non utilizzo AdBlock e tendo ad evitare siti che, seppur utili, sono costituiti in modo da rendere la navigazione difficile o fastidiosa. Se tutti facessimo così, questi siti sarebbero costretti, per sopravvivere, a moderare e regolamentare l’utilizzo delle pubblicità e questo andrebbe a favore di tutti gli utenti del web.

Conclusione? Non c’è una conclusione, questa è un’utopia ovviamente e temo che la versa conseguenza sia un rincorrersi fra annunci sempre più invasivi e Ad Blocker sempre più efficienti.

In ogni caso il mio consiglio è questo: se conoscete un sito interessante, a cui non potete rinunciare, ma utilizza annunci in modo fastidioso, provate a contattare l’amministratore e consigliategli di ridimensionare l’utilizzo delle pubblicità, spesso potrebbe essere un utile feedback. Eventualmente, qualora non riceviate risposta, abbandonate il sito oppure utilizzate AdBlock selettivamente, ma solo se la vostra permanenza su quel sito è irrinunciabile.