Questa mini-guida spiega quali sono le differenze fra i profili di Chrome e l’esecuzion dell’ accesso a Chrome con l’account Google per la sincronizzazione dei dati; quali sono possibili utilizzi e i vantaggi .

Nella guida ufficiale è spiegato abbastanza chiaramente, ma ancora tante persone fanno un po’ di confusione:

  • Profilo di Chrome: o Persona, è ogni singolo set di “impostazioni” relative ad un utente di Chrome e che risiedono dove Chrome è installato.
  • Accesso a Chrome: è il collegamento di uno o più profili, ad uno specifico account Google per il salvataggio in remoto, sui server Google, di dati e configurazioni. Eseguendo l’accesso da altri dispositivi, siano essi computer o telefoni, i dati salvati sui server Google vengono sincronizzati.

La confusione solitamente deriva dal legame che si crea fra uno o più profili e l’account Google quando si accede a Chrome. Di seguito alcuni casi d’uso chiariranno la situazione e forniranno utili idee di come utilizzare al meglio questa utilissima funzionalità.

Con unico account Google

Nel caso di unico account Google, ovvero un solo indirizzo mail del tipo nome.utente@ gmail.com, la situazione è semplice: si può usare un solo profilo, solitamente quello di default, nel quale vengono salvati dati e impostazioni (preferiti, password…). Quando si vuole sincronizzare queste impostazioni fra diversi dispositivi utilizzati (altri PC, tablet, smartphone…), o semplicemente esser sicuri di non perdere i dati, è possibile eseguire l’accesso a Chrome con il proprio account Google. Lo stesso account utilizzato su altri dipositivi per eseguire l’accesso a Chrome permetterà di ottenere la sincronizzazione di dati e configurazioni.

Con più account Google

Nel caso di più account Google della stessa persona, supponiamo per esempio di avere due indirizzi Gmail, si può agire diversamente in base a come si vogliono gestire i dati e le configurazioni di Chrome.

Si vuole che i dati di Chrome vengano sincronizzati tutti insieme:

In questo caso allora il profilo di Chrome è unico ed l’accesso a Chrome è effettuato con l’account principale. Si cambierà poi account Google solo per utilizzare i prodotti Google legati al secondo account, ma non usciremo mai dall’accesso eseguito a Chrome con l’indirizzo principale. Eventualmente, se un indirizzo è quello del lavoro e l’altro è quello di casa e avete preferiti un po’ qua e un po’ là sulle due installazioni di Chrome (a casa e a lavoro), ma volete unire il tutto, potete sfruttare il meccanismo della sincronizzazione “additiva”. Sincronizzando un’installazione di Chrome con un’altra che già possiede dei dati, quest’ultima non perde i dati che già possiede, ma li aggiunge a quelli già sincronizzati. Detto così pare complesso, ma vi rimando a quest’altro articolo dove il meccanismo è spiegato in dettaglio.

Si vuole che i dati di Chrome vengano tenuti separati per specifico account, ma sincronizzati entrambi:

In questo caso allora è necessario creare più di un profilo di Chrome o, come chiamato nella guida ufficiale, una nuova Persona:

Per esempio supponiamo di creare sul PC di casa una nuova Persona che verrà chiamata “Lavoro”.