Awesomehp, chatzum search, babylon search, iMesh, actionzoom, qv06, Ask Toolbar …

Sono solo alcuni dei Crapware che si possono trovare all’improvviso in Chrome, ma non solo, alcuni passaggi saranno applicabili anche per altri browser (IE, Firefox), ma con opportune accortezze.

Cosa è un Crapware?

Per crapware (o anche shitware) si intende, in gergo informatico un software di scarso valore fornito come bundle preinstallato su un PC; in una accezione più generale si include anche il software fornito con componenti elettronici ed installato assieme ai driver. La definizione di crapware è in realtà molto vaga e dipende dalle preferenze dell’utente. Tipici programmi preinstallati dai produttori di PC includono le toolbar di google, yahoo! e ask.com; wizard per la connessione ad internet con uno specifico provider; demo di programmi antivirus; demo di software per la grafica digitale o per l’ufficio. Quando pre-installato nei sistemi OEM viene considerato tale anche Microsoft Works per la sua mancanza di funzionalità rispetto altre suite di applicazioni desktop ma lo è anche Microsoft Office quando pre-installato in prova per 60 giorni. Un’ultima classe di software che può essere inclusa nel crapware, ma non così nettamente, sono i programmi multimediali e per la creazione di contenuti su supporti ottici (in gergo masterizzazione), ad esempio DVD, spesso pre-installati dai produttori di sistemi PC. I programmi preinstallati sono solitamente delle versioni ridotte di programmi commerciali e risultano perciò utili agli utenti meno esigenti ma insufficienti a chi necessiti di funzionalità più avanzate.

Wikipedia: https://it.wikipedia.org/wiki/Crapware

Per semplificare, un crapware è un software che viene installato in modo pressochè fraudolento o implicito nel nostro PC, senza che sia espressamente voluto dall’utente. Supponiamo di eseguire l’aggiornamento di Java, se non stiamo attenti rischiamo di installare Ask Toolbar come estensione dei browser. Ciò accade perchè fra i vari passaggi compare una casella selezionata di default e con cui accettiamo di installare Ask Toolbar per il browser.

Se questo stesso software, prendiamo Ask Toolbar per esempio, è installato dall’utente per sua volontà, non è più considerabile Crapware. Questo vuol dire che non è necessario che il software sia dannoso per rientrare nella categoria dei Crapware, ma tutto dipende da come viene installato.

In questo articolo poniamo l’attenzione su questa categoria di software che interagisce con Google Chrome e si auto-installa come estensione e/o ne modifica le configurazioni quali motore di ricerca predefinito, pagina iniziale, comparsa di annunci non voluti, pop-up, malaware, …

Come capire se Chrome è stato colpito da un crapware?

L’elenco seguente contiene alcune situazioni che potreste riscontrare nel caso che Chrome sia stato colpito da un crapware:

  • Utilizzando la Omnibox (barra degli indirizzi) per una ricerca, invece che essere eseguita con il motore di ricerca preferito, ci troviamo in una pagina che non è quella attesa. Nel caso di Babylon Search potreste trovarvi di fronte a questo:
  • All’avvio di Chrome si apre una pagina che non è fra quelle attese, oppure all’apertura di una nuova tab, invece della solita home page di Chrome, si apre qualcosa d’altro che non avete impostato voi stessi.
  • Appaiono pubblicità e pop-up che non sono parte dei siti che state navigando.
  • Trovate una nuova icona fra quelle delle estensioni e non avete idea di cosa sia.
  • Una barra di ricerca misteriosa è comparsa in Chrome.

Generalizzando, quando Chrome si comporta in modo non atteso è molto probabile che ci si trovi di fronte ad un problema di crapware o malaware.

Prosegui nella lettura per scoprire come risolvere i diversi problemi che possono presentarsi


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *