In questa mini-guida è spiegato cosa succede quando si esegue l’accesso a Chrome, utilizzando un esempio pratico. A fine articolo viene invece consigliato come avere a disposizione tutti i propri dati di Chrome su PC pubblici o di altre persone, senza rischiare di compromettere la sicurezza.

Operazioni eseguite:

  • Supponiamo Chrome appena installato, abbiamo il profilo di default, ma questo vale anche nel caso in cui abbiamo appena creato un nuovo profilo (che ancora non contiene dati).
  • Accediamo con l’account primo.utente@ gmail.com, a questo punto i dati di Chrome di primo.utente sui server Google (se presenti, ovvero se già questo utente aveva eseguito l’accesso a Chrome da altre postazioni), si aggiungono a quelli del profilo di Chrome dal quale si è appena eseguito l’accesso.
  • Ipotizziamo di uscire da questo account su Chrome, ovvero di disconnetterlo. I dati (preferiti, password…) restano nel profilo attualmente in uso, non vengono cancellati alla disconnessione dall’account Google. Anche se vengono modificati, la modifica non viene riportata sui server di Google e di conseguenza nemmeno sulle altre postazioni sincronizzate con questo account.
  • Accediamo ora con l’account secondo.utente@ gmail.com avremo che i dati di Chrome di secondo.utente sui server Google (se presenti) si aggiungono a quelli del profilo Chrome in uso, ovvero a quelli di primo.utente precedentemente scaricati.

Risultato: 

  •  Dati sui server Google di primo.utente e che si sincronizzerebbero in ogni Chrome dove primo.utente esegue l’accesso: sono i dati di primo.utente
  •  Dati sui server Google di secondo.utente e che si sincronizzerebbero in ogni Chrome dove secondo.utente esegue l’accesso: sono i dati di secondo.utente sommati ai dati di primo.utente 

Conclusione:

Ogni volta che si accede a Chrome con account diversi, è bene utilizzare un nuovo profilo, a meno che non si vogliano unire i dati contenuti nei due account. Conoscendo il funzionamento si può utilizzare questa tecnica per unire dati di più profili, oppure si può evitare di trovarsi dati sincronizzati quando non si vorrebbe.

Bonus

Con queste nozioni è possibile utilizzare le funzionalità descritte per aver a disposizione tutti i dati del vostro Chrome, anche su PC pubblici oppure quando un amico vi presta il suo Computer, senza preoccuparsi di compromettere la sicurezza dei dati stessi. Bastano questi pochi step:

  • Sul PC ospite create una nuova Persona (utente o profilo Chrome, vedi questo articolo).
  • Da questo nuovo profilo accedete al vostro account Google su quale avete in precedenza sincronizzato i dati di Chrome.
  • Utilizzate Chrome come se foste sul vostro PC di sempre.
  • Eliminate il profilo creato all’inizio per non lasciare traccia dei vostri dati sul computer ospite.